«Fede e ragione oggi. Un bilancio a dieci anni dalla Fides et Ratio»

Marc Chagall, "La creazione dell'uomo" (1956-58) - Musée national Message Biblique Marc Chagall, Nizza

La celebre lettera enciclica Fides et Ratio di Giovanni Paolo II è stata l’espressione principale, ormai già 10 anni fa, di un ampio risveglio d’attenzione per la relazione tra fede e ragione. La questione è importante, perché la separazione tra fede e ragione è stata abituale per circa 3 secoli – dalla rivoluzione scientifica al pensiero contemporaneo; ma la nozione di una fede ai ferri corti con la ragione è delicata, in quanto sembra implicare l’impossibilità di comprendere e rendere accettabili i suoi contenuti. D’altra parte questa intuizione fondamentale non deve essere confusa con la pretesa di determinare la fede attraverso la ragione.
A partire dall’occasione dell’anniversario, il nostro progetto mira ad approfondire le ragioni per questa connessione, nella convinzione che elaborare un approccio non ambiguo tra le due sfere non possa non essere fecondo. È opportuno chiarire, ad esempio, perché fede e ragione fossero così collegate nella proposta del Papa; come questa attitudine risalga ad una lunga ed importante tradizione; e come possa ancora essere una traccia utile.
Per provare ad ottenere questi scopi, che vanno ben al di là della mera celebrazione di un anniversario, il 31 ottobre, a Perugia, nella Sala del Dottorato del chiostro del Duomo, si terrà un incontro dal titolo Fede e ragione oggi. Un bilancio a dieci anni dalla Fides et Ratio. Dopo una breve presentazione di Antonio Allegra, della Società Filosofica Italiana, si aprirà una discussione con alcuni prestigiosi filosofi e teologi: Giuseppe Lorizio della Pontificia Università del Laterano e Angelo Campodonico dell’Università di Genova; e poi Carlo Vinti dell’Università di Perugia e Antonio Livi della Pontificia Università del Laterano. Soprattutto, agli interventi degli specialisti seguiranno quelli degli astanti: lungi dal rappresentare (solo) un’occasione accademica, l’incontro ambisce ad essere un vero e proprio avvio di una pubblica discussione. La conferenza è infatti organizzata come un libero confronto tra gli studiosi e l’uditorio: attraverso questo dialogo che coinvolge diversi approcci e competenze, si cercherà, in realtà, proprio di riattualizzare l’intreccio di fede e ragione.

Dipartimento di Filosofia, linguistica e letterature – Università di Perugia
Società Filosofica Italiana
Centro Leone XIII
Etruscan Local GroupMetanexus Institute
Student’s Office Universitas