Elezioni 2010, il nostro programma

1) Diritto allo studio In questo momento in cui si discute di riforma dell’Università e si iniziano a percepire gli effetti dei forti tagli ad essa destinati, il tema del diritto allo studio risulta cruciale. Nell’immediato, per essere realisti e concreti, proponiamo una razionalizzazione delle spese che l’A.Di.S.U. dovrà sostenere, individuando i servizi che vanno garantiti con priorità assoluta (alloggi e ristorazione). Vogliamo inoltre affermare un diritto allo studio che chieda più serietà di fronte alla vita universitaria. Guardandoci bene dal ridurre il merito ad un puro calcolo numerico, ci sembra quanto mai fondamentale ridefinirne i criteri, non per una pura finalità di efficienza ma come incentivo che possa rilanciare la funzione educativa dell’Università.

2) Cultura in Università Non vi è nulla di più grande e libero della passione al reale, della creatività e del desiderio di imparare, soprattutto in un momento come questo, in cui la prima necessità per l’Università è ripartire seriamente dalla cultura che vi si insegna. Vogliamo continuare ad impegnarci a vivere lo studio come scoperta, occasione di dialogo e di approfondimento, anche attraverso l’organizzazione di mostre, seminari e incontri. Consapevoli del fatto che il bando delle iniziative culturali potrebbe non essere rinnovato per i prossimi anni, ci adopereremo comunque nel portare il nostro contributo culturale in Università. Ma la cultura e l’interesse non si esauriscono nell’organizzare iniziative: ci stanno a cuore tutti i fatti che riguardano il mondo accademico, per collaborare al suo miglioramento. In questo periodo ciò si è concretizzato a partire da un attento studio della riforma universitaria.

3) Inserimento nel mondo del lavoro Proponiamo il potenziamento e la valorizzazione dei canali attualmente esistenti tra il mondo dell’Università e quello del lavoro, come il servizio Job Placement. Esso ha la finalità di facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro di studenti e laureati attraverso l’attivazione e la gestione di tirocini in aziende, enti e associazioni.

4) Internazionalizzazione In prospettiva di un futuro lavorativo che sempre più richiede la conoscenza delle lingue, riteniamo essenziale potenziare l’insegnamento dell’inglese. Ci muoveremo affinché l’Università possa assicurare una preparazione migliore agli studenti, anche attraverso una revisione del sistema del Centro Linguistico di Ateneo (Cla).

5) Gestione qualità delle Facoltà E’ necessario che l’Università adotti criteri di valutazione della qualità dei servizi che è tenuta ad offrire (didattica, ricerca e servizi tecnico-amministrativi). Per questo proponiamo l’adozione del “Sistema di Gestione per la Qualità” in tutte le facoltà dell’Ateneo, già attivo ad Agraria. Questo sistema permette di migliorare la qualità dell’offerta formativa, attraverso l’assegnazione di specifici obiettivi che la Facoltà stessa si propone e persegue. La realizzazione degli obiettivi viene esaminata periodicamente attraverso procedure interne che prevedono la partecipazione degli studenti. Un organismo di valutazione esterno all’Università, e pertanto indipendente, verifica la capacità del Sistema di Gestione di rispettare gli impegni che ha assunto, con conseguente conferma o meno della certificazione di qualità.

6) Valutazione della didattica Continuiamo a impegnarci affinché i test di valutazione della didattica siano realmente descrittivi delle diverse situazioni. E’ necessario inoltre fornire mezzi adeguati al Nucleo di Valutazione e ai Presidenti dei singoli corsi di laurea perché la valutazione sia tradotta in un reale miglioramento della didattica. Per responsabilizzare maggiormente sia chi è valutato sia chi valuta, abbiamo proposto già negli anni passati e ottenuto, ad esempio nella Facoltà di Scienze, la pubblicazione dei risultati dei test.

7) Mensa di Medicina Rinnoviamo il nostro interesse per l’attivazione del servizio mensa a Medicina in fase di realizzazione. Assicuriamo la nostra attenzione affinché ciò avvenga il più rapidamente possibile.

Un commento su “Elezioni 2010, il nostro programma

I commenti sono chiusi.