Programma Elettorale

ELEZIONI STUDENTESCHE PER IL BIENNIO 2015-2017

PROGRAMMA ELETTORALE D’ATENEO

FaceHeader

CHI SIAMO

Student’s Office è un’associazione studentesca apartitica nata da un gruppo di universitari che avevano a cuore il posto in cui studiavano. Questa stessa affezione è il motivo che ci spinge a candidarci e a fare rappresentanza: non un impegno fine a se stesso, ma il desiderio di vivere pienamente l’Università.

Come noi, ogni mattina, entriamo in Dipartimento ricercando questa pienezza, così ci auguriamo che anche per voi le lezioni e lo studio siano una continua scoperta. Da qui il titolo della campagna elettorale: “Discovery, l’avventura è alle porte”.

 

COSA ABBIAMO FATTO

Biblioteche

Il problema delle biblioteche è cominciato nel febbraio del 2011, quando il drastico calo nelle assunzioni del personale rischiava di ripercuotersi sugli orari di apertura delle stesse.
Lo scenario da noi temuto si è concretizzato nell’estate dello stesso anno: con la giustificazione della ridotta affluenza nei mesi estivi, l’orario di chiusura delle strutture è stato anticipato alle 18.00. Una misura che, secondo quanto garantito dall’amministrazione, sarebbe stata provvisoria e si sarebbe conclusa nel mese di ottobre.

Così non è stato; tutte le promesse sono stato disattese e dal 14 ottobre 2011, la riduzione di orario è diventata definitiva (delibera del Centro Servizi Bibliotecari del 14/10/2011).
A fronte della decisione presa dal CSB, con un comunicato stampa abbiamo sollecitato l’amministrazione a risolvere il problema.

Il 26 ottobre 2011 abbiamo lanciato una raccolta firme sottoscritta da più di 1000 studenti. Numeri che hanno portato il problema all’attenzione degli organi competenti.
A seguito delle nostre richieste, l’Università ha motivato la riduzione degli orari con la carenza del personale assegnato alle biblioteche; l’unica via percorribile sembrava così essere la concessione del servizio a cooperative che potessero garantire orari congrui alle esigenze degli studenti.

Questo passaggio è stato approvato con una delibera del CDA per quanto riguardava le biblioteche di medicina e ingegneria.
Nel gennaio 2013, nonostante le numerose promesse, l’orario venne ulteriormente ridotto: ogni venerdì le biblioteche di economia e ingegneria avrebbero chiuso alle 14.00.

Il 2 settembre 2013, con oltre un anno di ritardo, ingegneria passa a cooperativa, ripristinando gli orari del 2010.
Il tema delle biblioteche è stato anche al centro della campagna elettorale per le elezioni di settembre 2013. Una volta insediato il Consiglio degli Studenti (C.d.S.), nei primi mesi abbiamo continuato il lavoro prendendo contatti con il nuovo Presidente del Consiglio del Centro dei Servizi Bibliotecari e delegato del Rettore per il CSB. A partire dal confronto con quest’ultimo, e dopo una mozione portata da noi in C.d.S. in data 29 maggio 2014, si è formato un tavolo di raccordo tra studenti e personale bibliotecario e amministrativo, al quale ha preso parte il nostro consigliere Matteo Pedone. In questa sede abbiamo nuovamente esposto le nostre proposte, soprattutto riguardo all’estensione degli orari di apertura delle biblioteche.

Qualsiasi decisione in merito era tuttavia sottoposta ai vincoli di bilancio dell’Università e pertanto abbiamo aspettato fino a gennaio 2015 per avere un quadro completo della situazione economica e della fattibilità dei progetti. La nostra attenzione verso queste tematiche non è mai diminuita e si è concretizzata nella nomina al CSB del rappresentante di Student’s Office Luigi Ragazzini, studente del 3° anno di Medicina.

Due anni dopo il passaggio di gestione della biblioteca di ingegneria a cooperativa, uno schema simile sarà adottato a partire dal 1° dicembre 2015 per la biblioteca biomedica, che vedrà la sua apertura estesa fino alle 19.00.
Il nostro è stato un lavoro lungo e complesso, ma il vantaggio per tutti gli studenti è stato sottolineato persino da altre associazioni studentesche (vedi Post di Idee in Movimento su FB).

 

Mensa Medicina

Fin dall’inizio del nostro mandato, ci siamo mossi sia in Senato Accademico sia in Commissione Controllo A.Di.S.U. per risolvere il problema dell’assenza di un servizio di ristorazione a misura di studente per il polo didattico di Medicina.
Nel corso della seduta della Commissione di Controllo A.Di.S.U. datata 30/05/2014 abbiamo presentato una interrogazione rivolta all’Amministratore Unico Prof. Maurizio Oliviero; la nostra richiesta riguardava lo stato di avanzamento dei lavori per la costruzione della mensa di Medicina. Il Prof. Oliviero, dopo aver ricordato la costante disponibilità da parte dell’A.Di.S.U. a realizzare il progetto, ha risposto inviando una sollecitazione all’Università per avere conferma sulla disponibilità del terreno.

Il 12/06/2014 il Magnifico Rettore ha dato il proprio benestare, ma senza indicare un referente interno all’Ateneo stesso.
In data 01/07/2014, è stato notificato alla Commissione Controllo dell’A.Di.S.U. che, dopo un confronto diretto con il Magnifico Rettore, l’Amministratore Unico aveva nominato un proprio referente e aveva invitato l’Università a fare altrettanto.

Il 4/11/2014, a seguito di una nostra sollecitazione, la prof.ssa Migliorati, presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, ha scritto una lettera di sollecitazione al Rettore per la mensa di medicina, denunciando il grande disagio che vivono i 1500 studenti del polo di S. Andrea delle Fratte.

Dopo alterne vicende il Rettore e l’Amministratore Unico dell’A.Di.S.U. hanno trovato un’intesa ratificata in Senato Accademico il 24/02/2015: la mensa sarebbe stata realizzata nell’arco di quattro mesi.

Ne sono passati ormai nove e ancora attendiamo sviluppi in questo senso.

 

Nucleo di Valutazione

Fin dai primi mesi di lavoro all’interno del Nucleo di Valutazione dell’Ateneo, ci siamo spesi per migliorare le modalità di raccolta dei risultati delle schede di valutazione della didattica. Importante è stato il nostro apporto nel passaggio dalla compilazione cartacea a quella digitale delle stesse schede. Abbiamo avanzato a tal proposito due proposte:

  •   Permettere agli studenti di valutare tutti i corsi frequentati al momento della prenotazione dell’esame, anche se inseriti all’interno del piano di studi in un anno precedente a quello di iscrizione;
  •   Rendere la visualizzazione on-line della scheda obbligatoria, al momento della prenotazione dell’esame dal portale SOL, garantendo in ogni caso allo studente la possibilità di saltare la procedura di valutazione.

Nella seduta del 28 ottobre 2014 abbiamo posto all’attenzione del N.d.V. un problema riscontrato dagli studenti fuori corso, che non avevano la possibilità di valutare i corsi

frequentati precedentemente. Come rappresentanti abbiamo chiesto che la situazione venisse risolta al più presto.

In questi anni ci siamo impegnati nel valutare i progetti di dottorato, collaborando alla ripartizione del numero complessivo delle relative borse ai vari Dipartimenti. Abbiamo lavorato con la finalità di premiare le proposte più valide del nostro Ateneo, e assicurare così una crescita professionale di alto livello.

 

Iniziative Culturali

  •  7-11 ottobre 2013 Genetica e natura umana nello sguardo di Jérôme Lejeune Esposizione della mostra a Medicina. A tema l’uomo e il suo destino. Un’indagine umana che parte dalla testimonianza di Jerome Lejeune, il medico che ha scoperto la sindrome di Down e segue gli sviluppi della genetica clinica fino alle più recenti acquisizioni della biologia evoluzionista sul determinismo genetico.
  •   Progetto UniVerso
    Iniziativa interamente organizzata da studenti universitari, che aveva come obiettivo l’accompagnamento dei maturandi nella scelta Universitaria. Il calendario era articolato in tre eventi:
  •   14 febbraio 2014 UniVerso: incontro di orientamento alla scelta universitaria. Testimonianze del consigliere comunale di Perugia Francesco Vignaroli e il professore Giuseppe Schillaci, docente di Medicina Interna a Terni. Presentazione dei Dipartimenti con banchetti organizzati dagli studenti dell’associazione.
  •   21 febbraio 2014 Svevo e Pirandello incontro-dibattito con Valerio Capasa, insegnante di letteratura
  •   20 marzo 2014 Solo lo stupore conosce incontro-dibattito con Marco Bersanelli, docente di astrofisica all’Università degli Studi di Milano
  •  Caffè letterari
     13 maggio 2013 L’annuncio a Maria di Paul Claudel con Mariella Carlotti  9 ottobre 2013 Freddo dentro di Marco Andreolli con l’autore
     25 ottobre 2013 Amleto di Shakespeare con Edoardo RialtiI tre appuntamenti facevano parte di un percorso comune di introduzione alla lettura, con il quale abbiamo partecipato a un bando della Regione Umbria. Il nostro progetto, che concorreva con quelli presentati dalle associazioni studentesche Rinascita Universitaria e UdU-Sinistra Universitaria, ha vinto il primo premio.
  •  PretestOgni anno proponiamo agli studenti che dovranno affrontare il test di ammissione ai Corsi di Studi in Medicina e Chirurgia, professioni sanitarie e Medicina Veterinaria, delle giornate di esercitazioni e preparazione ai quiz. Oltre 200 gli studenti presenti negli ultimi due anni. 2-4 Aprile 2014 Pretest 2014 presso il polo di S. Andrea delle Fratte 1-2 settembre 2015 Pretest 2015 presso il polo di S. Andrea delle Fratte
  •  12 novembre 2014 Il diritto di vivere il presente “È possibile vivere l’Università come un’occasione per essere felici oggi? Si può vivere senza essere determinati dalla paura del domani?”. Incontro organizzato al Dipartimento di Giurisprudenza e rivolto in particolar modo alle matricole. Al tema ha risposto l’avvocato Giuseppe Magliocca.
  •   21 dicembre 2014 Lo Hobbit: casa è alle spalle. Vita e avventure di J.R.R. Tolkien Incontro culturale sull’opera del grande scrittore inglese autore anche del Signore degli Anelli. Hanno partecipato: Edoardo Rialti, docente di Letteratura Comparata in Italia e in Canada; Andrea Monda, docente presso la Tisch School of the Arts dell’Università di New York; Padre Guglielmo Spirito, OFM Conv.
  •   27 marzo 2015 Il terrorismo internazionale, la persecuzione dei cristiani: io cosa c’entro con tutto questo? Dall’Iraq e dalla Siria due testimoni di speranza
    Incontro al Dipartimento di Giurisprudenza organizzato in seguito agli attentati di Parigi e alla drammatica situazione mediorientale. Con i due ospiti è intervenuto anche il Cardinale di Perugia Sua Eminenza Gualtiero Bassetti.
  •   22 maggio 2015 Un uomo di fronte al mistero della storia: l’opera letteraria di Eugenio CortiIncontro organizzato al Dipartimento di Lettere con il patrocinio del Comune di Perugia.
  •   22 ottobre 2015 Incipit“È possibile preservare l’entusiasmo dell’inizio, quell’entusiasmo che spesso l’abitudine e la quotidianità portano via, quando lo stare sui libri diventa qualcosa di già visto e noioso?” Incontro al Dipartimento di Lettere rivolto a matricole e studenti universitari per cominciare l’Anno Accademico. Interviene l’architetto Luigi Benatti.

 

150 ore ed esenzione del pagamento della IV rata per merito

Il bando di concorso per lo svolgimento di collaborazione da parte degli studenti ad attività connesse ai servizi resi dall’Università (150h) permette a studenti che abbiano ottenuto determinati risultati in termini di media e di crediti per l’anno in corso, di poter svolgere delle mansioni all’interno degli uffici dell’Università dietro retribuzione.

All’inizio dell’anno 2014 ci siamo resi conto della grave problematica in termini di merito che interessava il suddetto bando nella selezione degli studenti vincitori. Quest’ultimo infatti 6

prevedeva come primo criterio decisorio il rapporto tra i crediti conseguibili ed i crediti conseguiti dallo studente nel suo anno di iscrizione; a parità di questo si preferiva lo studente che avesse la media più alta ed infine, nel caso di ulteriore parità, si preferiva lo studente che versasse in una condizione economica peggiore, così come questa era rappresentata dalla dichiarazione ISEE.

Evidentemente, i criteri selezionati portavano a situazioni che di certo non andavano a premiare il merito; si faccia l’esempio di uno studente che avesse sostenuto tutti gli esami previsti per il suo anno di corso ottenendo così un rapporto crediti conseguibili su crediti conseguiti pari a 1 e che avesse una media di 18. Ora lo si confronti con uno studente che avesse un rapporto crediti conseguibili su crediti conseguiti di poco inferiore ad 1 ma con media pari a 28. Da bando, otteneva un miglior piazzamento in graduatoria il primo studente, seppur vi fosse una differenza considerevole in termini di media rispetto al secondo, che avendo sostenuto anche un solo esame in meno veniva così penalizzato. Abbiamo proposto un criterio che bilanciasse in maniera adeguata i parametri di crediti conseguiti, media e in minima parte la situazione reddituale, permettendo così che si formasse una graduatoria premiale per gli studenti effettivamente meritevoli.

La mozione è stata approvata all’unanimità dal Consiglio degli Studenti e ad oggi è in fase d’attuazione presso gli uffici tecnici preposti.
La stessa problematica emersa in merito al bando 150h ore interessava anche le modalità di selezione degli studenti per l’esenzione del pagamento della IV rata delle tasse universitarie. Abbiamo quindi proposto in Consiglio degli studenti l’adozione dello stesso criterio approvato dal Consiglio degli Studenti precedentemente per la graduatoria 150h, al fine di premiare definitivamente il merito in ogni ambito.

48 borse di studio

All’incirca tre anni fa è stato ritirato il fondo con il quale l’Università finanziava le iniziative culturali delle varie associazioni studentesche. Questo ha determinato un avanzo che non ha trovato un immediato utilizzo. Il precedente Consiglio degli Studenti ha quindi deciso di destinare tali risorse alla istituzione di ulteriori borse di studio.

In questi due anni di mandato abbiamo collaborato alla individuazione dei criteri per il riparto di queste ultime e ad oggi il bando è in corso di pubblicazione, che avverrà nel prossimo Gennaio.

 

Clausola di decadenza per ripetute assenze ingiustificate.

Date le numerose assenze ingiustificate verificatesi nel Consiglio degli Studenti in tutto il mandato a partire dal nostro insediamento nel dicembre 2013 abbiamo proposto che all’interno del regolamento dell’organo in questione fosse inserita una clausola automatica di decadenza per quei consiglieri che avessero conseguito un numero di assenze ingiustificate pari a 3. Attualmente il nuovo regolamento è al vaglio degli organi maggiori d’Ateneo.

Commissione Sussidi Straordinari per studenti in grave difficoltà

Il nostro rappresentante in seno alla Commissione Controllo Studenti dell’A.Di.S.U. ha partecipato attivamente alle riunioni della Commissione Sussidi Straordinari.
In questa sede, abbiamo proposto e ottenuto che si procedesse all’erogazione dei sussidi a tutti gli studenti idonei dopo ogni sessione istruttoria. Prima di questa modifica, infatti, gli studenti idonei che erano già beneficiari dei sussidi l’anno precedente dovevano attendere il termine dell’ultima riunione della Commissione per beneficiare del sussidio, indipendentemente dalla data di consegna della richiesta.

Fondi Tutor

L’Ateneo stanzia dei fondi con cadenza annuale in favore di studenti meritevoli perché svolgano l’attività di tutoraggio. Questa consiste nell’aiuto allo studio di studenti in difficoltà. I fondi destinati alla Facoltà di Medicina e in seguito ai Dipartimenti erano in giacenza dall’Anno Accademico 2011-2012.

Grazie al lavoro dei nostri rappresentanti in diversi consessi, abbiamo contribuito alla stesura di un nuovo bando che ne permette l’utilizzo. Crediamo che il progetto di tutoraggio sia uno strumento valido per almeno tre ragioni: permette di introdurre nella realtà universitaria gli studenti del primo anno, di aiutare coloro che hanno incontrato difficoltà e allo stesso tempo costituisce, per quanti accedono al bando, un importante opportunità economica e di confronto con la realtà educativa dell’insegnamento. Pertanto ci impegniamo affinché questa attività riceva la giusta considerazione e venga sempre data la possibilità di sfruttarla.

Per avere maggiori informazioni sul nostro lavoro: link a facebook

 

 

COSA VOGLIAMO FARE

Biblioteche

Continueremo a chiedere l’estensione dell’orario di apertura per quelle biblioteche in cui non sono stati ripristinati gli orari, impegnandoci affinché si raggiunga almeno un orario continuato per tutte le strutture dalle 8.00 alle 19.00. Il nostro impegno sarà anche volto a proseguire il processo di ammodernamento dei locali e aggiornamento del materiale librario, così come già iniziato in diverse biblioteche d’ateneo.

Mensa medicina

Sulla scia del lavoro già fatto ci impegneremo affinché gli studenti del polo didattico di Medicina possano avere una mensa dove usufruire dei servizi di ristorazione a prezzi agevolati, risolvendo così il grave disservizio di cui oggi soffrono.

Iniziative culturali

Come associazione culturale universitaria ci siamo sempre impegnati nel promuovere iniziative culturali che, partendo dall’interesse specifico del singolo, dimostrino come lo studio può diventare più affascinante se non finalizzato al semplice superamento degli esami. Per questo continueremo nelle nostre proposte, attenti anche ai suggerimenti che ci proverranno da tutti gli studenti.

ISEE

Nell’ultimo anno il governo ha modificato i criteri di calcolo dell’ISEE. Così facendo, si è creato uno scenario che ha svantaggiato molti studenti che si ritrovano a pagare tasse più alte e/o a non poter usufruire della borsa di studio di cui erano beneficiari fino all’anno scorso.

Le nostre proposte realizzabili a breve termine sono:

  •   Chiedere all’Ateneo di recepire subito i valori ISEE e misurare l’impatto del nuovometodo di calcolo (ovvero calcolare l’extra gettito che ne deriva).
  •   Chiedere all’Ateneo di ricalcolare la seconda rata. In questo modo si eviterebbe un eventuale aumento della tassazione come effetto collaterale e di dover in seguitoattivare la farraginosa macchina delle restituzioni nell’A.A. successivo. 10

Sul lungo periodo invece ci proponiamo di dialogare con l’Ateneo per verificare la fattibilità di una revisione delle fasce di contribuzione: attualmente abbiamo 10 fasce di contribuzione che comprendono intervalli di 5-10 ̇000€. Una ulteriore stratificazione permetterebbe un sistema contributivo più aderente alla reale situazione economica delle famiglie.

Valutazione della didattica

Considerata la grande importanza che attribuiamo ai pareri di ogni studente, ci impegniamo nelle Commissioni Paritetiche a dare maggiore risalto alle schede di valutazione dei vari insegnamenti. Queste ultime, strumento per ciascuno di critica costruttiva, permettono infatti di far emergere le problematiche dei singoli corsi e conseguentemente di ricercarne le soluzioni.

Lascia un commento